Logo Lex e Business con testo
TESTA LA TUA GESTIONE
immagine introduttiva dell articolo riguardante Investimenti Digitali | Boom fra le Piccole e Medie Imprese

Investimenti Digitali | Boom fra le Piccole e Medie Imprese

22/02/2023
Redazione

Pmi: investimenti in digitale in forte aumento

C’è un settore che sta emergendo e che, come vedremo, acquisirà un peso sempre più rilevante nel panorama aziendale italiano: si tratta degli investimenti digitali per le piccole medie imprese. D’altronde non sarebbe più pensabile un ritorno alla vita del pre-pandemia. Un passaggio epocale che abbiamo attraversato e di cui oggi, per stare al passo con i mercati, dobbiamo essere pronti a cogliere le opportunità.

È testimoniato, infatti, di come le aziende che abbiano investito, e stiano ancora pianificando di investire nel digitale, abbiamo visto un aumento del loro fatturato. Analizziamo quindi quali passi dovrebbero compiere le realtà del nostro territorio e quali suggerimenti potrebbero essere utili per la loro digitalizzazione.

Investimenti digitali per pmi: perché sono indispensabili

Se prima il ricorso a strumenti digitali innovativi era riservato solo alle grandi aziende, ora stiamo assistendo a un sempre maggior avvicinamento delle piccole medie imprese a risorse non convenzionali.

È un elemento indispensabile, che permette di aprirsi a nuovi mercati, fra cui quello internazionale, di tessere nuove relazioni professionali e commerciali, di trovare nuovi canali tramite cui dare visibilità alla propria azienda e attrarre potenziali clienti.

Tutto questo non sarebbe possibile senza un attento piano di investimenti digitali, intesi non solo come acquisto di materiali e attrezzature, o come realizzazione di siti web, e-commerce, o strategie di marketing e advertising, ma anche, e soprattutto, come investimento nella formazione e nell'acquisizione di nuove competenze, sia per i responsabili che per i dipendenti.

Consci di questo epocale cambiamento, noi di Lex e Business sosteniamo le imprese con un servizio di consulenza commerciale capace di sviluppare il business e l’espansione nel mercato.

I numeri della digitalizzazione

Le piccole medie imprese rappresentano una rete importante, anzi vitale per il territorio italiano, facendo registrare da sole quasi la metà del fatturato totale nazionale.

La presa di coscienza sull'importanza di un piano di sviluppo per quanto riguarda la digitalizzazione e i nuovi modi di fare impresa fa ormai parte delle necessità di ogni azienda che voglia crescere nel 2023.

Con la pandemia la corsa al digitale ha nettamente accelerato. Sono oltre 1 milione le aziende che nel 2021 hanno effettuato investimenti digitali, con una crescita del 7,5% rispetto al 2020 (fonte Italiaonline).

Ma, se da un lato cresce questo utilizzo di risorse digitali, con sempre più aziende che si affidano a professionisti per la realizzazione di siti web, la gestione di e-commerce o le strategie di social media marketing ed email marketing, manca ancora molta consapevolezza e competenze specifiche per capire i canali nei quali investire e le modalità con cui strutturare una strategia online. In particolare, si nota come oltre la metà della popolazione riferisca di non avere le giuste competenze per seguire un’adeguata crescita digitale e, allo stesso tempo, il numero di professionisti del settore sia nettamente inferiore rispetto alla media europea.

Un ulteriore gap da non sottovalutare è rappresentato dalla scarsa presa di coscienza dell’importanza della sicurezza informatica. Una lacuna che apre le porte a potenziali rischi a cui tutti noi siamo soggetti, e in grado di causare danni economici, produttivi e d’immagine difficili da superare.

Investire nella formazione digitale

Scegliere di investire nella formazione digitale ha un duplice riscontro che apre a diverse riflessioni. Da un lato, infatti, permette la crescita delle competenze che possono portare a una crescita del fatturato aziendale tramite l’adozione di strategie digitali mirate e strutturate sulla base delle specifiche necessità aziendali.

D’altro lato, in più, permette un investimento sul capitale umano, con la creazione di una rete di collaboratori preparati e motivati, in cui benessere lavorativo e modalità di lavoro maggiormente sostenibili diventano un’abitudine che a sua volta aumenta la produttività e l’efficienza dell’intera impresa.

Grazie ai bandi di finanziamento per la digitalizzazione e la formazione digitale 4.0, diventa anche molto più sostenibile per le aziende affrontare investimenti digitali, anche su larga scala. Con il supporto di professionisti e consulenti preparati, sarà possibile per l’imprenditore trovare la soluzione più idonea e i bandi di contributi dedicati al proprio comparto produttivo.

Una crescita e una trasformazione che passa, quindi, per l’apertura verso nuove opportunità digitali, la formazione di collaboratori e dipendenti, oltre allo scambio di informazioni e competenze, che rendono sempre più importante il dialogo fra realtà diverse, mercati sempre più globali e una consapevolezza delle nuove esigenze delle piccole e medie imprese italiane.

menu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram