Logo Lex e Business con testo
TESTA LA TUA GESTIONE
immagine introduttiva dell articolo riguardante Cos’è un Trust: vediamo da vicino in cosa consiste

Cos’è un Trust: vediamo da vicino in cosa consiste

16/06/2023
Redazione

TRUST: COS’È E A COSA SERVE?

 

Il trust è uno strumento giuridico semplice e flessibile che gode di grande popolarità soprattutto nel mondo britannico ed è operativo anche nel nostro paese, nonostante l’ordinamento italiano sia ancora privo di una normativa ad hoc.

Cerchiamo allora di capire che cos’è esattamente, quali vantaggi offre e come si costituisce.

 

TRUST: DEFINIZIONE E SOGGETTI COINVOLTI

 Il trust è un istituto giuridico di origine anglosassone, legittimo e attuabile in virtù della ratifica da parte dell’Italia della Convenzione dell’Aja del 1° luglio 1985, entrata in vigore nel 1992.

 

I soggetti che strutturano un trust sono:

  • il disponente, il quale istituisce il trust, stabilendo le regole e gli scopi, individua i beneficiari e i beni oggetto del trust;
  • il trustee, chi accetta la nomina, effettua gli obblighi disposti dal disponente, agisce come titolare dei beni e li amministra nell’interesse dei beneficiari;
  • i beneficiari, ossia soggetti, qualora identificati nell’atto, che vanno a beneficiare dei frutti legati al patrimonio gestito dall’istituto.

 

Dunque, con il trust, i beni facenti parte del patrimonio del disponente vengono separati e destinati - per perseguire specifici interessi - in favore di alcuni beneficiari oppure per raggiungere uno scopo determinato. La separazione patrimoniale che consente l’istituto lo rende tra i più utilizzati per la protezione del patrimonio e il passaggio generazionale.

 

I caratteri essenziali dell’istituto sono stati così inquadrati dalla Corte d’Appello di Palermo (sent. n. 526 del 4 aprile 2020): “I connotati salienti del trust, strumento di pianificazione patrimoniale, sono: a) la piena separazione e il totale distacco del patrimonio conferito dalla sfera giuridica del disponente, per passare in piena proprietà al trustee, seppure a titolo fiduciario e nell’interesse del beneficiario;

  1. b) l’effetto consequenziale per cui il patrimonio conferito nel trust è messo al riparo da eventuali pretese sia dei creditori del disponente, poiché il patrimonio non è più di proprietà di costui; sia dei creditori del trustee, poiché quest’ultimo, seppure effettivo proprietario del patrimonio, lo detiene solo ed esclusivamente per le finalità designate nel trust, sia dei creditori del beneficiario, fino a quando quest’ultimo non riceva i beni con successivo passaggio dal trustee”.

 

Sono pertanto trasferibili beni mobili e immobili, denaro, diritti di varia natura, titoli di credito, strumenti finanziari, azioni ed altri. La decisione su quali beni conferire nell’istituto è molto importante e deve essere valutata con attenzione nella fase preliminare, in quanto il disponente si spossessa di tutti questi beni per destinarli ad una gestione altrui.

 

SCOPO E VANTAGGI DEL TRUST

 

Dunque, lo scopo per il quale viene istituito può essere la salvaguardia patrimoniale dall’aggressione di terze persone oppure proteggere il patrimonio, affidando la gestione, previa intestazione, ad un fiduciario. Allo stesso modo è possibile sfruttare questo istituto al fine di favorire il futuro passaggio generazionale del patrimonio agli eredi.

In tutti questi casi, il modo migliore per assicurarsi una transizione ordinata è chiedere il supporto di una società di consulenza qualificata come Lex e Business, nata per supportare e valorizzare la figura dell’imprenditore e creare strategie efficaci e adatte alle esigenze di ogni realtà.

 

TIPOLOGIE DI TRUST

 

Ci sono diversi tipi di trust, ognuno con caratteristiche e obiettivi specifici, vediamone qualcuno insieme.

 

Per trust finanziario si intende il trust in cui i beni conferiti e segregati possono essere rappresentati da: titoli di credito, strumenti finanziari di vario genere, azioni e quote di partecipazione in società o enti similari, o ancora, altri strumenti di partecipazione ad attività finanziarie o societarie, etc.

 

Il trust familiare è quel trust che ha come scopo principale quello di proteggere il patrimonio personale e della propria famiglia, destinando i frutti e i ricavi dei beni vincolati ai bisogni della famiglia stessa e, nello stesso tempo, evitando che i beni segregati possano essere oggetto di gravami, iscrizioni o trascrizioni pregiudizievoli.

 

Il trust successorio concerne tutte le operazioni relative al passaggio generazionale da un beneficiario a un altro dei beni, sia materiali che immateriali, che si può applicare non solo al patrimonio personale, ma anche alla gestione e al possesso delle proprie attività imprenditoriali.

 

 

Per maggiori informazioni contattaci per un incontro gratuito, i nostri esperti sapranno consigliarti su cosa è meglio per te!

menu linkedin facebook pinterest youtube rss twitter instagram facebook-blank rss-blank linkedin-blank pinterest youtube twitter instagram