fbpx

Questo sito utilizza i cookie darti un'esperienza pratica e senza soluzione di continuità. Continuando a navigare in questo sito, concordi con l'utilizzo dei cookie. Scopri di più sui cookie nella pagina informativa.

Controlli Agenzia delle Entrate sulle partite IVA

Per effettuare le verifiche sulle Partite Iva, l’Agenzia delle Entrate, oltre alle metodologie di controllo classiche, ovvero quelle effettuate attraverso check automatici e formali, si avvale anche della possibilità di confrontare la conformità dello stile di vita dei contribuenti a quanto dichiarato in dichiarazione dei redditi.

 

 

Controlli Classici: Automatici e Formali

 

I cosiddetti controlli classici, i controlli tipici utilizzati dal Fisco, si dividono in controlli automatici e controlli formali.

I controlli automatici consistono nella verifica automatizzata della dichiarazione dei redditi rilasciata al fine di accertarne la corrispondenza tra il dichiarato e il fatturato.

Possiamo dunque menzionare tra questi: la verifica del pagamento di tutti gli F24 a carico delle partite Iva,  il controllo sulla presenza di inesattezze nei calcoli con l’eventuale ricalcolo della maggiore imposta da versare in caso di errore, o anche la detrazione di costi che non dovevano essere detratti.

I controlli formali si aggiungono ai controlli automatici che l’Agenzia delle Entrate effettua su un numero determinato di contribuenti ai quali vengono richiesti una serie di documenti da fornire al fine di accertare la correttezza e la veridicità dei dati dichiarati. La fornitura di documentazione insufficiente a dimostrare la correttezza dei calcoli effettuati comporta il versamento dell’imposta occultata dichiarando di meno. 

 

 

Controllo dei profili social e strumenti atipici 

 

Al fine di contrastare in modo sempre più efficace e mirato l‘evasione fiscale, l’Agenzia delle Entrate, oltre ai controlli automatici e ai controlli formali, effettua controlli anche sui profili social dei contribuenti: nello specifico sono i profili Instagram e Facebook quelli sottoposti a check mirati.

Non solo i social ma anche strumenti atipici possono essere utilizzati dal Fisco per effettuare i controlli.  Un’azienda di un comune abruzzese, ad esempio, è stata sanzionata per non aver pagato la tassa di pubblicità per numerosi anni grazie a delle foto scaricate da Google Street View dalle quali si notava un cartellone pubblicitario dell’azienda installato su un veicolo. 

Del resto esiste una circolare della Guardia di Finanza che parla chiaro: “è possibile utilizzare qualsiasi elemento utile non risultante dalla banca dati con lo scopo di acquisire ogni elemento utile per sottoporre a controllo il contribuente e la sua attività esercitata”; del resto le obiezioni avanzate dall’azienda sono state respinte dalla Cassazione.

 

Cosa Accade in caso di segnalazione da parte dell’Agenzia delle Entrate?

 

Gli accertamenti fiscali da parte dell’Agenzia delle Entrate stanno diventando sempre più serrati e specifici, lasciando sempre meno spazio a chi per errore o per scelta mette in atto comportamenti non corretti. Nel momento in cui una Partita Iva risulta non in regola viene segnalata dall’Agenzia delle Entrate ed è tenuta a regolarizzare in maniera spontanea la propria posizione tramite ravvedimento operoso, versando il tributo, la sanzione e i relativi interessi. Se gli inviti alla regolarizzazione spontanea non vengono ascoltati, si passa all’ attivazione dei contenziosi: il Fisco procede inizialmente all’invio di una cartella esattoriale per poi arrivare eventualmente alla riscossione coatta.

 

 

Perché consultare gli esperti di Lex e Business? 

 

Il team di esperti di Lex e Business è a tua disposizione per le attività di assistenza e consulenza, fino al controllo di gestione della tua impresa. Grazie ad un servizio customizzato sulla tua attività di impresa ecco che verranno individuate le problematiche reali e concrete che la tua azienda sta attraversando in questo periodo.

Affidati ai consulenti Lex e Business in un momento storico complicato e pieno di insidie come quello attuale, per iniziare un percorso di consulenza e supporto della tua attività di impresa.

Sei di fronte all’occasione che aspettavi da tempo: rimettere in sesto la tua attività grazie a chi ha un’esperienza pluriennale nella gestione di una PMI è finalmente possibile contattandoci tramite la sezione contatti del nostro sito. Non perdere altro tempo!

Lex e Business Advisory è una società di consulenza specializzata nelle piccole e medie imprese.

Ogni azienda è una creatura unica ed ogni intervento viene sviluppato su misura e in accordo con l’imprenditore.

Il primo incontro con Lex e Business è gratuito e senza impegno.

L’obiettivo finale è la libertà imprenditoriale: di guadagnare di più, lavorare meglio, e non dipendere dalle decisioni degli altri.

Consulenza di direzione

Sedi


Via Montenapoleone 8

20121 Milano

--

Corso della Vittoria 12

28100 Novara


Lex e Business Advisory S.r.l. - P. IVA 02695810032 | Designed by Progetti PMI - | Informativa Privacy & Cookies